ACETO BALSAMICO DI MODENA LE ORIGINI

Vino , aceto , mosto cotto giunsero probabilmete nel nord Italia verso l'VIII secolo a.c. con gli Etruschi i quali potevano avere appreso la viticoltura dai greci. 400 anni di permanenza in Emilia gli Etruschi ebbero modo di selezionare i vitigni adatti ai nostri terreni e ai nostri climi e non a caso ci sia stato un connubio fra aceto e mosto a Modena avendo alle spalle un lunga storia legata alle paritolari condizioni ambientali ed e economiche inerenti al commercio. Etruschi e Romani dovettoro privilegiare una viticultura legata alla quantita piuttosto che alla qualita' in quanto non potevano competere coi vini del sud a gradizione e qualita' piu' alta e fu data per queste ragioni una destinazione diversa alle uve producento aceto e mosto cotto che erano comunque remunerativi.
L'aceto utilizzato come bevanda allungato con acqua, uso molto diffuso a quei tempi e per produrre profumi, medicamenti.
Il mosto cotto come dolcificante piu' economico rispetto al miele.