La Saba

  La preparazione della Saba è lunga e laboriosa e probabilmente e' per questo, si è via via affievolita, fino quasi a scomparire. La Saba è uno sciroppo d'uva o mosto cotto d'uva bianca (soprattutto ) o rossa. Messa in un paiolo a vaso aperto e fatta bollire lentamente e mescolata continuamente aiutano il mosto a non attaccarsi al fondo del recipiente. La Saba è pronta quando si sarà ridotta di un terzo della sua quantità iniziale. Durante la bollitura che durerà oltre le 10 ore  è necessaria la schiumatura e la rimescolatura da farsi con un lungo mestolone di legno. Laciare poi raffreddare e depositare i sedimenti e fatta maturare e conservare in botti di legno prima di essere  imbottigliata. La concentrazion finale  deve essere di almeno 45° saccarometrici e la densità alla temperatura di 20°C, superiore a 1,30. Colore bruno scuro, densità tale da mantenere una scorrevole sciropposità, sapore dolce e profumo gradevole ed intenso. Il suo utilizzo è il più vario: condimento, sorbetto, granita, bibita dissetante. Il suo uso è vario: per condire fagioli, ceci e castagne; per bagnare dolci, ravioli, tortelli e crostate; per impastare il ripieno dei tortelli dolci; per insaporire il pane la polenta; e nella vecchia tradizione contadina i bambini mescolandola alla neve fresca ottenevano dei deliziosi sorbetti. 

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *