Utilizzi dell’Aceto Balsamico in Cucina

L’Aceto Balsamico è considerato un ottimo condimento per insaporire le pietanze evitando di utilizzare il sale.
Si puo’ utilizzarlo in svariati modi e pietanze a seconda della sua densita , acidita’, invecchiamento, e sapore.
L’Aceto Balsamico a bassa densita’ 30/40 brix e con una buona acidita’ ( es. Aceto Balsamico Capsula Blue) si può utilizzarlo come condimento per insalate crude o verdure cotte o per cucinare pietanze di carne , pesce.
L’Aceto Balsamico con una buona densita’ 45/55 brix ( es. Aceto Balsamico di Modena IGP capsula verde) e una acidita’ appena più accentuata della dolcezza lo possimo utilizzare sempre per le nostre insalate crude, per quelle cotte, per cucinare, per metterne un filo sulle carni già cotte, sul pesce.
L’ Aceto Balsamico con una ottima densita’ 65/70 brix e un invecchiamento non inferiore all’anno ( es.Aceto Balsamico di Modena IGP capsula Oro) dove il mosto e aceto e’ ben amalgamato e il sapore e’ ottimamente equilibrato lo possiamo utilizzare anche sulla frutta, formaggi ,gelato, dolci. Con formaggi stagionati e’ un abbiantento eccezionale da provare e gustare.
L’Aceto Balsamico Extravecchio 25 anni (es. condimento Extravecchio ) lo si usa come un nettare prezioso intriso di sapori lasciati dalle botti negli anni di invecchiamento e il suo utilizzo per la sua preziosita’ deve essere ben impiegato. Con un filetto di carne, roast beef, una orata, un branzino cotto a vapore o al forno , un carpaccio di carne o pesce e un filo di Aceto Balsamico Extravecchio. Sui formaggi stagionati come antipasti, sulle fragole , il gelato una torta al cioccolato, un ciccolatino e una goccia di Aceto Balsamico Extravecchio.
Questi sono solo alcuni modi di poter utilizzare questo straordinario Condimento che chiamarlo tale è un po’ riduttivo proprio perche’ per le sue caratteriche è un prodotto che si presta a mille utilizzi e alla fantasia di pietanze sempre diverse.