ORIGINE DEL NOME

Origine del nome "Aceto Balsamico di Modena"

La definizione dell'Aceto Balsamico di Modena dettata dai Maestri assaggiatori a conclusione delle “Giornate di studio” tenute alla “Camera di Commercio “ di Modena nei mesi di Febbraio-Marzo del 1876, viene così riassunta: il vero Aceto Balsamico naturale è prodotto nell'area degli antichi domini Estensi. E' ottenuto da mosto d'uva cotto, maturato per lenta acetificazione drivata da naturale fermentazione e da progressiva concentrazione mediante lunghissimo invecchiamento in serie di vaselli di legni diversi, senza alcuna addizione di sostanze aromatiche. Di colore bruno scuro carico e lucente, manifesta la propria densita' in una corretta, scorrevole sciropposita'. Ha profumo caratteristico e complesso, penetrante, di evidente ma gradevole ed aromatica acidità. Di tradizionale ed inimitabile sapore dolce e agro ben equilibrato, si offre generosamente pieno, sapido con sfumature vellutate in accordo con i caratteri olfattivi che gli sono propri.